5 luoghi affascinanti e misteriosi di Roma dove gustare i migliori cocktail

HSTAR_Hines-Speakeasy-Bar_s4x3_jpg_rend_hgtvcom_1280_960

1. Jerry Thomas Speakeasy.
E’ il numero uno nella capitale, con i suoi arredi retrò in un atmosfera ispirata al proibizionismo e ai ruggenti anni ’20. Si tratta di uno speakeasy, ovvero di un bar esclusivo a cui si accede unicamente conoscendo la parola d’ordine, che in questo caso viene rivelata solo a chi riesce a rispondere correttamente a una domanda misteriosa abilmente nascosta sul sito del locale.
Il bar, che deve il suo nome al leggendario padre della mixology a stelle e strisce Jerry Thomas, si trova in vicolo Cellini 30, a pochi passi da Campo dei Fiori, e apre i battenti ogni sera alle 22.00, fatta eccezione per il giorno di chiusura del lunedì.

2. Club Derrière
A proposito di speakeasy e del loro fascino clandestino che sta letteralmente spopolando a Roma, c’è un altro locale nascosto che è assolutamente da provare: il Club Derrière.
Il cocktail bar si trova infatti nel retrobottega della famosa Osteria delle Coppelle, situata al numero 59 dell’omonimo vicolo. L’ingresso del Derrière è abilmente celato da un armadio bianco collocato sulla parete di fondo del ristorante, che nasconde il passaggio segreto verso questo superbo locale delle meraviglie che ospita persino una vecchia armatura.

3. Salotto 42
Il locale è ubicato in piazza di Pietra proprio davanti al tempio di Adriano e concepito, come rivela già il nome, come un living con tanto di divani e cuscini in cui rilassarsi bevendo cocktail di prima qualità.
Aperto dalla mattina alle 2 di notte, è un’eccellente soluzione soprattutto per l’aperitivo. Tra i drink sono assolutamente da provare i cocktail ideati dai mixologist della casa, come il Bishop42 e il Passion Lavander.

4. Co.So.
Un originalissimo cocktail bar in zona Pigneto. Il locale propone drink a dir poco eccezionali come il Carbonara Sour, a base di vodka insaporita con gli ingredienti tradizionali dei romanissimi spaghetti alla carbonara, o l’Errata Corrige, una sorta di Spritz sbagliato ad arte e preparato con Campari, vino rosso e gin.
Divertentissima anche la location, con particolari d’arredamento che strizzano l’occhio al mondo dei drink, come la maniglia-shaker e le lampade create con bicchieri e tappi di shaker.

5. Bar Statuario
Si trova all’interno dell’Hotel Capannelle Appia Antica, meravigliosa location situata in via Siderno, tra la Villa dei Quintili e il parco degli Acquedotti, ed è aperto tutti i giorni fino alla mezzanotte. Le facciate esterne vi accoglieranno con le monumentali raffigurazioni di uno dei più grandi artisti di Street Art dei nostri tempi, Andrew Pisacane, in arte Gaia.
Perfetto per l’aperitivo ma anche per un dopo-cena raffinato, offre cocktail che vanno dai grandi classici, come Bellini, Negroni e Sidecar, alle creazioni sempre diverse messe a punto dai sapienti barman del locale.