Il pranzo di Pasqua a Roma !

pasqua-chef_full

Mancano sei giorni alla Pasqua, quest’anno per l’occasione avete invitato a Roma i vostri amici più cari che vivono lontani e vorreste proporre un menu tipico della cucina romana ? Ci siamo rivolti a due cuochi esperti che appartengono alla nuova catena alberghiera Reginal, Angelo dell’Hotel Roma Aurelia Antica e Leonardo dell’Hotel Capannelle Appia Antica. I nostri cuochi innanzitutto suggeriscono di svegliare i nostri ospiti la mattina di Pasqua per consumare la tradizionale colazione molto abbondante, ricca di tante gustose portate, dolci e salate tanto che spesso è più sontuosa del pranzo pasquale. Questa consuetudine festiva ci spiegano, affonda le proprie radici nei tempi passati, quando la tavola era addobbata a festa con una tovaglia bianca e si preparava per la benedizione del sacerdote. Le vivande erano invece l’atteso premio per il digiuno di Quaresima. Per questa importante occasione della tradizione romana, oggi come allora, è fondamentale allestire la tavola come per un pasto normale. Per la pietanze dolci della colazione si preparano varie torte e la pizza sbattuta che di solito si mangia insieme alle uova di cioccolato. Tra le portate salate invece, non possono mancare la frittata con i carciofi, le uova sode, le torte rustiche, la corallina che per tradizione si mangia insieme alla famosa pizza di pasqua. Giunti al pranzo, Angelo dell’albergo Roma Aurelia Antica suggerisce di iniziare subito con tonnarelli crema di fave e vele di pecorino, mentre una lasagna ai carciofi è la risposta dell’albergo Capannelle Appia Antica. I secondi ? Agnello allo scottadito per l’Aurelia, cosciotto di agnello con mirepoix di verdure e patate novelle per l’Appia. I vini ? Per Angelo un rosso rubino con riflessi violacei, morbido, leggermente amarognolo, secco, il Cesanese del Piglio è l’ideale. Per Leonardo, Il Frascati superiore, giallo paglierino più o meno intenso con profumo caratteristico delicato dal sapore secco, morbido, fine, vellutato. A questo punto dovreste terminare i pasti con il dolce tipico, la pizza ricresciuta, ma ricordatevi che occorrono almeno tre giorni per la preparazione. Buon pranzo a tutti !